Musei gratis dal 5 al 10 marzo 2019

il prossimo 15 giugno, ovvero il terzo giorno del Firenze Rocks, sarà il momento tanto atteso di  Eddie Vedder infatti è ormai di casa alla kermesse fiorentina, avendo regalato agli oltre 50.000 presenti la sera del 24 giugno 2017 un concerto che rimarrà nella storia a lungo. In primo luogo, l’affluenza registrata per questo live è stata la più alta di sempre nella carriera solista di Vedder. Inoltre, lo show del cantante dei Pearl Jam è stato (letteralmente) costellato da momenti di pura emozione a partire da una parata di stelle cadenti durante la cover di Imagine, fino al neanche troppo velato omaggio al recentemente scomparso Chris Cornell sul finale di Black. Se quindi per certi versi la prima apparizione di Vedder al Firenze Rocks è stata irripetibile, d’altro canto ci aspettiamo molte sorprese da un artista in grado di tenere il palco sia in solitaria che con la propria band, e con lo stesso tipo di carica sia in versione elettrica che acustica. Dopo i problemi per fortuna transitori alla voce, che lo scorso anno hanno minato alcuni live dei Pearl Jam (tra cui lo show a Milano), ci aspettiamo di ritrovare un Eddie Vedder come sempre in forma smagliante, tra cover illustri, pezzi solisti e abbondanti sorsate di vino.

A proposito di grandi ritorni, non può mancare un musicista che ormai da qualche tempo fa coppia fissa con Vedder in veste solista, ovvero Glen Hansard. Dopo la sua partecipazione al Firenze Rocks 2017 infatti, il cantautore irlandese calcherà nuovamente il palco del festival, proponendo dapprima il suo mix tra indie, folk e rock, una vera e propria medicina per il cuore e per l’anima (l’ultimo album del prolifico artista è stato pubblicato lo scorso 12 aprile e si intitola This Wild Willing), e in un secondo momento raggiungendo il collega in una serie di duetti che si prospettano emozionanti esattamente come quelli di due anni fa.

Protagonisti del 15 giugno 2019 saranno (oltre a The Struts e The Amazon) i Nothing But Thieves, una band che fin dal fulminante esordio nel 2015 con l’omonimo disco, ha saputo mantenere lo stesso atteggiamento energico e mai scontato tanto al rock quanto al pop. Broken Machine, l’ultima fatica della formazione capitanata da Conor Mason, rappresenta un importante punto di arrivo per uno dei combo più significativi della nuova scena alternative rock britannica, la cui dimensione migliore è proprio il live.

 
 

Potrebbe interessarti anche

Seconda giornata di Firenze Rocks 2019

Nella seconda giornata della rassegna Ed Sheeran sarà il personaggio principale insieme a una manciata di colleghi da tenere assolutamente d'occhio.

Anche se ha bisogno di pochissime presentazioni, iniziamo dal cantautore inglese, un recordman ormai certificato e riconosciuto globalmente. Con cinque album all'attivo l'ultimo dei quali, ÷, pubblicato nel marzo del 2017,è stato il disco più venduto in Italia nello stesso anno) e il suo irresistibile mix di pop, folk e soul, Ed Sheeran si è guadagnato un posto speciale nel cuore dei fan di tutto il mondo, oltre a essere diventato l'emblema del pop contemporaneo. Non dimentichiamo che un paio di anni fa il musicista classe 1991 è stato l'artista con il maggior numero di streaming su Spotify, e continua ad essere la popstar più richiesta per i featuring di un certo livello (da Taylor Swift a Eminem), con live sold-out praticamente ovunque. A proposito di sold-out, il prossimo 14 giugno sarà una delle tre occasioni (le altre due saranno a Roma, allo Stadio Olimpico il 16 giugno e allo stadio San Siro di Milano il 19 giugno) per assistere a un concerto i cui protagonisti assoluti sono voce e chitarra, le melodie catchy e i loop di presa immediata.

Passiamo agli Snow Patrol, che si esibiranno prima di Ed Sheeran. La formazione capitanata da Gary Lightbody proprio lo scorso febbraio ha suonato da headliner per la prima volta nel nostro Paese, confermando in maniera definitiva il proprio status di band di punta del panorama alternative rock contemporaneo (il cui indiscutibile successo commerciale è stato suggellato dal raggiungimento di sette milioni di dischi venduti in tutto il mondo). Se non vedete l'ora di ascoltare dal vivo qualche estratto da Wildness, l'ultimo album del combo mezzo irlandese e mezzo scozzese, ma soprattutto le super hit Chasing Cars e You're All I Have, gli Snow Patrol vi aspettano sul palco della Visarno Arena.

Dulcis in fundo, oltre al cantautore statunitense Matt Simons, il 14 giugno sarà anche il giorno di Zara Larsson. La vocalist svedese, uno degli astri nascenti della musica pop internazionale, sta a poco a poco conquistando l'Europa a forza di hit e di collaborazioni di pregio, oltre a calcare i palchi più prestigiosi del Vecchio Continente sia in solitaria che durante i festival più importanti. L’ultimo album, So Good, risale al 2017, ma nell’attesa del terzo disco della popstar, non potremo far altro che ascoltarci live il primo singolo estratto dalla fatica ancora inedita della Larsson, Ruin My Life.
dal sito www.onstageweb.com/notizie/firenze-rocks-14-giugno-2019-

A&A - ARMONIA e ACCOGLIENZA

Via Nicola Tagliaferri 40 Firenze

0039 3331016974

info@bandb-firenze.it

Feed RSSSeguici su Facebook
Copyright © 2017-2019
impresaweb.euInfo CookiesDisclaimer

Il sito bandb-firenze.it utilizza i cookie

1 - Utilizziamo cookie tecnici, essenziali per consentire il corretto funzionamento del sito

2 - Utilizziamo cookie statistici che ci aiutano a capire come i visitatori interagiscono con il sito, raccogliendo informazioni in forma anonima.

3 - Nel nostro sito inoltre, sono inclusi servizi di terze parti (statistiche, social media, prenotazioni e simili) che utilizzano dei cookie sui quali non abbiamo alcun controllo.

Esprima la sua preferenza in merito ai cookies che vuole attivare. Per informazioni dettagliate si rechi alla pagina Cookie Policy

Close
^